mdpr1@libero.it

Mattarella? Che uomo!!!

Nessun commento Varie ed eventuali

di Enzo Tosi

Sergio Mattarella ha fatto parte della Gioventù Studentesca di Azione Cattolica (1) e della Federazione Universitaria Cattolica Italiana (2), insegnando anche Diritto parlamentare all’Università di Palermo (??!!). ….. Alle elezioni politiche del 1983 venne eletto alla Camera dei Deputati con la DC (3) : faceva parte della corrente dei morotei, quella di Aldo Moro e di Benigno Zaccagnini (quella più a sinistra, per capirci). Fu incaricato dall’allora segretario della DC, Ciriaco De Mita, di occuparsi in quegli anni del partito in Sicilia e appoggiò la candidatura di Leoluca Orlando a sindaco di Palermo (4). Rieletto alla Camera nel 1987 (5), continuò a collaborare politicamente con De Mita (6) e fu nominato ministro dei Rapporti con il Parlamento (governo Goria) (7), confermato anche l’anno dopo nel governo De Mita (8). Fu poi ministro dell’Istruzione con Giulio Andreotti (nel suo sesto governo) (9) …… Dopo le dimissioni, Mattarella rimase senza incarichi di governo per due anni (quale insopportabile disgrazia, praticamente un incubo irrazionale ! n.d.r.) : venne rieletto alla Camera nel 1992 (10) e nello stesso anno gli venne affidata (fino al 1994) la direzione del quotidiano della Democrazia Cristiana, Il Popolo (11). Nel 1993 fu relatore della legge di riforma del sistema elettorale (12). Superate le inchieste su Tangentopoli (venne accusato da un imprenditore siciliano di aver ricevuto 50 milioni e dei buoni benzina, ma venne assolto) (avrà pure dovuto dedicare tempo a difendersi, poveretto – n.d.r.) (13) , Mattarella fu tra i protagonisti del rinnovamento della DC : nel 1994 fu tra i fondatori del Partito Popolare Italiano (14).(con il quale venne eletto alla Camera nel 1994) (15) ma se ne staccò quando Rocco Buttiglione, alla segreteria del partito, si avvicinò al leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in vista delle elezioni del 1996. L’ipotesi che Forza Italia potesse entrare nel Partito Popolare Europeo venne definita da Mattarella «un incubo irrazionale» (una vera fissa irrazionale – n.d.r.).

Confermato deputato alla Camera nel 1996 (16), con Massimo D’Alema a Palazzo Chigi divenne prima vicepresidente del Consiglio e poi ministro della Difesa (17), anche nel governo Amato (appoggiò l’intervento della NATO in Kosovo) (18) …… Nel 2001 Mattarella venne rieletto in Parlamento con la Margherita (19) e poi riconfermato nel 2006 con l’Ulivo (20) . Fa anche parte del gruppo che ha scritto il manifesto fondativo del Partito Democratico (21). Nel 2008, dopo la caduta del governo Prodi, uscì dal Parlamento (quello stesso anno criticò la riforma della Gelmini sul ritorno del maestro unico alle elementari che lo stesso Mattarella, nel 1990, aveva sostituito con i cosiddetti moduli) ; dal 2011 è giudice della Corte Costituzionale, eletto dal Parlamento (22). …..

Uhhhh, quante cose ! Superiori a quanto un comune mortale potrebbe anche solo immaginare. Un uomo superiore, dunque : Democrazia Cristiana, Partito Popolare, Margherita, Ulivo, Partito Democratico, esempio vivente di coatio ad politicandum, indefesso partecipatore nonchè creatore di sigle e di partiti, instancabile occupatore di poltrone (come avrà potuto resistere ben due anni senza incarichi ministeriali ?). (E)seguendo scrupolosamente (si può immaginare il contrario ?) tutti questi incarichi ed assolvendo in maniera lodevole ai suoi altissimi e delicati compiti (si può immaginare il contrario ?), avrà anche trovato il tempo per preparare e tenere le sue lezioni all’Ateneo di Palermo, incarico per il quale in tutti questi anni ha probabilmente ricevuto un congruo continuo stipendio ? O andava a patita iva, in base al numero di lezioni tenute ?

Enzo Tosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *