mdpr1@libero.it

Mattarella a Palermo col volo di linea

Commenti (4) Varie ed eventuali

Una operazione politicamente corretta, demagogica oltre ogni limite, quella messa in piedi l’altro giorno o dall’ufficio stampa del Quirinale o dall’entourage mattarelliano.

Una operazione che sapeva di poter contare su due assolute certezze: la connivenza dei giornalisti, sempre disponibili quando il potente di turno chiama; la dabbenaggine della gente cosiddetta ‘comune’, sempre pronta a farsi abbindolare.

Ora, Mattarella va all’aeroporto per imbarcarsi su un volo di linea per Palermo e,- per caso, assolutamente per caso – alcune troupe televisive lo riprendono e qualcuno addirittura lo intervista.

Guarda un po’ come va il mondo!

4 Responses to Mattarella a Palermo col volo di linea

  1. Ferrara Carmine ha detto:

    Atto che serve a consolidare l’immagine dell’uomo “qualunque”. Puro marketing per chi ci casca. Non bisogna dimenticare che l’uomo viene dalla scuola della “Balena Bianca”.

  2. Enzo Tosi ha detto:

    Parafrasando Brecht : “Fortunato il paese che non ha bisogno di presidenti che vanno in bicicletta”. E’ in atto una corsa sfrenata, cui Francesco partecipa in posizioni da medaglia d’oro, accuratamente tracciato da spapienti regie tv, ad esibire comportamenti e modi di fare ad uso demagogicamente mediatico. Ma quanto sono buoni, ma quanto sono come noi ! Ricordate il Duce che miete le messi a torso nudo ? Questi sono pallidi imitatori. Come osservato da Giuliano Ferrara : “Aspettiamoci che Francesco, prima o poi, chiacchierando in aereo con i giornalisti dica ‘ li mortacci tua !’ “. Enzo Tosi.

  3. Anonimo ha detto:

    Un aereo riempito di scorta. sarebbe costato meno un volo di stato.

  4. Gianni Laterza ha detto:

    Mi chiedo e Vi chiedo: Renzi usa l’aereo di Stato per andare in Valle D’Aosta e arrivano le critiche, Mattarella usa un volo di linea e si scatenano le critiche dei “sapientoni”. Io vedo invece il lato positivo, dare l’esempio di
    quello che i politici potrebbero fare e che SEMPRE NON FANNO. Infine chiederei all’Anonimo, (in quanto
    tale non avrei pubblicato il suo commento) era forse sull’aereo per verificare il “riempito di scorta” ?
    Nel nostro amato Paese, siamo insuperabili nel criticare TUTTI e TUTTO.
    Gianni Laterza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *