mdpr1@libero.it

Mattarella nelle mani dei giornalisti: poveraccio!

Commenti (1) Varie ed eventuali

“Partecipa sempre alle riunioni di condominio” (il vicino di casa).

“Beve il caffè ogni mattina e saluta sia entrando che uscendo” (il barista).

“Si taglia i capelli una volta al mese” (il parrucchiere).

Queste, e infinite altre, le scempiaggini che tocca leggere o ascoltare da sabato scorso.

Sergio Mattarella non mi dice niente.

Pare un baccalà, ma può essere – lo spero – non lo sia.

In questi momenti, però, gli sono vicino.

Poveraccio, è oggetto dell’attenzione dei giornalisti, l’unica categoria di persone che rivaleggia, spesso prevalendo, per ignoranza e pressappochismo con i politici.

Non c’è di peggio!

One Response to Mattarella nelle mani dei giornalisti: poveraccio!

  1. Ferrara Carmine ha detto:

    Purtroppo questi “scoop” sono il rituale ridicolo che accompagna ( da sempre ) la nomina alla massima carica dello Stato e che francamente fanno cadere le braccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *