mdpr1@libero.it

Il riscatto: va pagato? chi deve pagarlo?

Commenti (5) Varie ed eventuali

Fosse la prima volta, ma è l’ennesima!

Un gran numero di volonterosi mentecatti, nati, plasmati, formati in quella melassa sinistrorsa e sinistra che tutto oramai pervade (il politicamente corretto, il multiculturalismo, il buonismo delle anime belle, l’idea che i ‘buoni’ stiano solo da una parte, un notevole anche se spesso, non sempre, inconsapevole razzismo di fondo, la negazione dell’individualismo che porta a cercare di confondersi nel mucchio, e via elencando), senza preparazione, senza difesa, senza la testa sul collo (per essere gentili), partono per il Vicino Oriente per aiutare, soccorrere, intervenire comunque.

Si fanno catturare dai ‘cattivi’ che, guarda un po’, sono sempre tra quelli al cui soccorso sono corsi.

Mettono in ansia i familiari (e ci mancherebbe), la stampa sinistroide, il governo che più o meno subito paga un cospicuo riscatto.

Ammesso e non concesso che il riscatto debba essere pagato (quante armi compreranno i sequestratori con quei soldi? quanta gente dipoi morirà?), chi deve pagarlo?

Il governo, certamente, ma successivamente gli stessi ostaggi, le loro famiglie, le organizzazioni alla quali facevano riferimento.

Ecco, alla base della scaletta dell’aereo che riporta in patria i sequestrati dovrebbe collocarsi in prima fila un funzionario con l’elenco delle spese in totale sostenute dallo Stato per colpa loro (colpa!), spese appunto da risarcire.

Mettiamo fine a questa mascherata!!!

5 Responses to Il riscatto: va pagato? chi deve pagarlo?

  1. Chiara ha detto:

    Purtroppo ho sentito con le mie orecchie che il parroco di una delle due ragazze tornate dalla Siria ha affermato che sarebbe davvero bello se ‘ tutte le ragazze facessero quello che hanno fatto loro ‘.
    Non ho intenzioni polemiche ma se questo è il pensiero che corre nella mente di molti adulti allora davvero dobbiamo preoccuparci che il livello di cecità e totale incapacità di visione prospettica sia arrivato ad un punto tale da farti dire cose di una gravità spaventosa. Le anime giovani si lasciano facilmente confondere e convincere e lo abbiamo visto e sta veramente agli adulti (solo all’anagrafe) crescere. Il parroco, mi spiace dirlo, è colpevole quanto altri attorno alle ragazze e pertanto anche lui dovrebbe pagare. Ma il problema gravissimo è che anche se rifondessero allo Stato italiano, a noi tutti, 12 milioni di euro, questo non eviterà morti e disperazione pagate comunque con quei soldi e fatalmente in arrivo. Non ci rimane che piangere…

  2. Carmine ha detto:

    A mio modesto parere, bisognerebbe impedire che si creassero i presupposti per il pagamento dei riscatti.
    Prescindendo dal comportamento incosciente ( per usare un eufemismo ) da parte delle nostre due “vispe terese”, sarebbe opportuno che nel nostro ordinamento giuridico venisse introdotta una norma che vieti a chiunque, se non autorizzato dallo Stato, di recarsi in zone di guerra o paesi ove i rischi per la propria incolumità siano catalogati ( come già peraltro viene fatto on line sul sito del Ministero degli Esteri ), ritenendo, chi violasse la regola, unico responsabile del proprio comportamento. Credo che questo semplice provvedimento sarebbe sufficiente come deterrente per futuri irresponsabili viaggi “avventurosi” e far cessare di percepire il nostro Paese come un bancomat.

  3. Gianni Laterza ha detto:

    Pare agli incoscienti, come a queste due “ochette” che aiutare i bisognosi all’estero sia molto più importante che farlo in Italia, tutti sappiamo quanta gente bisignosa di aiuto ci sia in Italia, …l’Italia,…..noooo, vuoi mettere il fascino di un Paese dove ci sono Terroristi, oltre ai morti che ci saranno con le armi acquistate con il riscatto pagato, le TV gareggeranno per averle nelle loro trasmissioni, i giornali si sfideranno per le interviste in esclusiva
    sentiremo per molti giorni i pareri contrari e quelli haimè favorevoli, speriamo pochi, come quelli del Parroco
    che sarebbe da scomunicare per la Sua incoscienza.

  4. Giorgio ha detto:

    Sarò ermetico,anche perché ritengo la cosa tanto “sballata” che ricade sempre sui maccheroni e pommarola,l’immagine dell’italiano dal cuore in mano,ecc….Codeste due signorine sono maggiorenni ?
    mi pare di si, punto e fine.

  5. Ennio Cortuso ha detto:

    Ma non sarebbe obbligatorio denunciare il governo per “finanziamento di organizzazione terroristica internazionale”? Altro che trattativa stato-mafia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *