mdpr1@libero.it

Ivan Kashkeen? Chi era costui?

Nessun commento Letteratura

Ernest Hemingway, lo sapete, come moltissimi altri scrittori, non poteva soffrire i critici.

Pochi tra loro gli andavano a genio.

Tra questi, e può sembrare incredibile, un russo: Ivan Kashkeen.

Si conobbero letterariamente per via di un saggio che Kashkeen dedicò all’opera hemingwayana negli anni Trenta, scambiarono tra loro un bel numero di lettere da parte di Ernest spesso ricche di confidenze, non si incontrarono personalmente mai.

Comunista convinto, Kashkeen chiese a Hemingway di aderire al suo credo politico.

Aveva capito tutto del romanziere ma nulla dell’uomo.

Come tutti gli individualisti, il ‘vecchio Papa’ era un anarchico radicale di destra e lo dimostrò rispondendo all’invito con le seguenti parole:

“Non posso diventare comunista perchè credo in un’unica cosa: la libertà…

Dello Stato non mi importa niente…

Credo nel minimo di governo…

Uno scrittore è come uno zingaro.

Non può fare concessioni a nessun governo!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *