mdpr1@libero.it

Papa Francesco contro il Catechismo

Commenti (3) Varie ed eventuali

Esternando – ma non parla un po’ troppo? – a proposito dell’ergastolo, papa Francesco ha concionato anche in merito alla pena di morte condannandola senza rimedio, senza se e senza ma.

Ma come la mette al riguardo Bergoglio con il Catechismo della Chiesa, quello coordinato da Joseph Ratzinger allora cardinale e promulgato da Giovanni Paolo II?

Perchè – non lo sa? studi di più! – proprio il predetto Catechismo ammette la pena che tanto gli fa orrore.

Ripropongo di seguito quanto ebbi a vergare il 7 maggio 2013:

“La pena inflitta deve essere proporzionata alla gravità del delitto. Oggi, a seguito delle possibilità di cui lo Stato dispone per reprimere il crimine rendendo inoffensivo il colpevole, i casi di assoluta necessità di pena di morte ‘sono ormai molto rari, se non addirittura praticamente inesistenti’ (Evangelium vitae). Quando i mezzi incruenti sono sufficienti, l’autorità si limiterà a questi mezzi, perché questi corrispondono meglio alle condizioni concrete del bene comune, sono più conformi alla dignità della persona e non tolgono definitivamente al colpevole la possibilità di redimersi”. Così, rispondendo al quesito “Quale pena si può infliggere?”, il Compendio, firmato dall’allora cardinale Joseph Ratzinger, del Catechismo della Chiesa Cattolica, nell’esaminare il quinto comandamento ‘Non uccidere’. Ora, non v’è chi non veda alla luce di quanto qui esposto (e sottolineo la frase “Quando i mezzi incruenti sono sufficienti, l’autorità si limiterà a questi” il che implica logicamente che ove tali non fossero…) che la Chiesa non è in assoluto contraria alla pena capitale che, peraltro, non ritiene opportuno applicare. D’altronde e per quanto le due cose siano collegabili con qualche difficoltà logica, lo Stato della Città del Vaticano ha abolito ufficialmente la pena di morte solo nel 1969.

Il Catechismo della Chiesa Cattolica

Il Catechismo della Chiesa Cattolica

3 Responses to Papa Francesco contro il Catechismo

  1. Carmine ha detto:

    Beh, non c’è dubbio che Papa Francesco non si è documentato a sufficienza e si pone in netto contrasto con quanto affermato dal “Papa Emerito” ( Papa che peraltro non si è mai dimesso, e pertanto ci troviamo nella paradossale situazione di avere due Pontefici in carica ).

  2. Giorgio ha detto:

    Papa Francesco “San Francesco” dalla tunica è passato zitto zitto repentinamente sfarzosamente vestito da Papa, ora dice che esiste il diavolo, dopo che un pretino scacciadiavoli afferma d’aver udito tramite un indiavolato la voce di satana che diceva “io volevo solo sedermi sul trono di Dio”… ovviamente in lingua italiana…
    Il pastore dal fischietto magico chiama a raccolta le pecorelle e pecoroni pieni di zecche che randagiano per i boschi, una bella pulitina e tutti a belare in coro.

  3. Carmine ha detto:

    Indubitabilmente la recente sortita di Papa Francesco è in netto contrasto con quanto a suo tempo affermato dal Papa Emerito ( Papa peraltro non dimessosi e pertanto ancora “in carica”. Situazione paradossale ). Un approfondimento sarebbe auspicabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *