mdpr1@libero.it

Quando la tassazione è decisa dagli imbecilli

Commenti (5) Varie ed eventuali

Primi anni Novanta, il Totocalcio va come un treno.

Giocate continuamente in aumento e grosse entrate per lo Stato che sgraffigna un buon terzo delle entrate.

Un perfetto imbecille allora al governo aumenta di botto del cento per cento le imposte su ogni colonna giocata.

Conta di incassare di più.

Rapidissimo e alla fine definitivo, visto che da oltre un ventennio sopravvive a stento, il declino del gioco e conseguentemente delle entrate dello Stato oramai nello specifico ridotte alle briciole.

Esattamente lo stesso percorso alla fine, come comprende un bambino dell’asilo ma non i geni che ci governano, deleterio quello seguito da quell’idiota che ha aumentato a dismisura la tassazione sui posti barca e sulle auto di lusso facendo diminuire fino allo zero le entrate e affossando due attività economiche ridotte alla sola sopravvivenza senza parlare dei danni causati all’indotto.

Ma i predetti provvedimenti erano voluti da tutti, mooolto politicamente corretti e hanno ricevuto il plauso dei giornalisti come sempre in ginocchio.

Evviva!

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

5 Responses to Quando la tassazione è decisa dagli imbecilli

  1. Luigi Tirelli ha detto:

    L’idiota che ha aumentato la tassazione delle grosse auto e dei posti barca si chiama Mario Monti, il quale dopo aver affossato, nell’ordine: edilizia; industria dell’auto; nautica; turismo; è stato richiamato a fare il preside dell’Università Bocconi, che dovrebbe formare i manager, gli imprenditori e gli economisti di domani.
    Domanda: con quale legittimazione morale, politica e intellettuale la Bocconi, presieduta da un simile catastrofico incompetente potrà dare lezioni di meritocrazia e di economia alla Nazione tutta? Ed infine un’osservazione: il Monti, interrogato sui suicidi per disperazione derivante dalla crisi economica, rispose serafico: “In Grecia sono molti di più”. Sono il solo a dire che un individuo simile mi fa letteralmente vomitare, o come me la pensano tantissime persone?

    Luigi Tirelli

  2. Maria Luisa ha detto:

    Come Tirelli la pensano molte persone, non abbastanza purtroppo!

  3. Gianni Laterza ha detto:

    Vorrei dire a Luigi Tirelli (mi farebbe piacere conoscerlo) che i suoi sono commenti appropriati, veritieri e incontrovertibili su un personaggio, oltretutto, arrogante e presuntuoso.
    Domanda: con quale incompetenza, il Sig. Giorgio Napolitano, prima di affidargli l’incarico di Governo, lo nominò “Senatore a vita”?
    Risposta: per poterlo legittimare a declassare la prestigiosa Università “Bocconi”.
    Gianni Laterza

  4. Chiara ha detto:

    Una sola cosa, possiamo fare:
    boicottiamo la Bocconi e dissuadiamo figli, nipoti e amici dall’iscriversi ai corsi.
    Purtroppo sarebbe solo una perdita di tempo, una perdita economica per la famiglia che paga la retta e un gravissimo danno allo studente e, allargando, alla nazione.
    È questo è il vero segno della decadenza in atto.
    Non abbiamo neanche più una Università nella quale “sognare” di entrare!!!!

  5. Luigi Tirelli ha detto:

    Ringrazio tutti coloro che hanno approvato il mio piccolo intervento. Quanto al Signor Laterza che vorrebbe conoscermi, la cosa mi farebbe molto piacere. Non so però come sia possibile senza che io pubblichi il mio indirizzo di posta, cosa che è contraria alla politica del sito e potrebbe portarmi a ricevere posta indesiderata (a parte quella, ovviamente gradita, del Signor Laterza). Se il responsabile del sito vuole però essere così gentile da trasmettere privatamente il mio indirizzo e-mail al Signor Laterza, per me va bene.

    Un cordiale Saluto

    Luigi Tirelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *