mdpr1@libero.it

Il Corriere di De Bortoli? Capisce sempre mooolto in ritardo!

Commenti disabilitati su Il Corriere di De Bortoli? Capisce sempre mooolto in ritardo! Varie ed eventuali

Da quando Ferruccio De Bortoli lo dirige per la seconda volta, il Corriere della Sera si di mostra assolutamente incapace a ‘capire’ come va il mondo.

Scoppia la ‘Primavera araba’?

Apllaude incondizionatamente.

Si insedia Mario Monti?

Lo appoggia oltre ogni dire.

Obama arriva a White House?

E’ un gigante.

Con un colpo di Stato l’Ucraina passa in mano appunto a golpisti con quel che segue?

Evviva.

E potrei continuare all’infinito.

(Potrei, anche, elencare le mille e mille inesattezze storiche, geografiche, ideologiche nelle quali – qui, certamente, senza l’indirizzo del direttore – il quotidiano è incorso e incorre, ma, per il momento, soprassiedo.)

Dopo, mooolto dopo, non sempre e comunque obtorto collo, ecco finalmente, in evidenza e non nascosto a pagina cinquanta per dire, qualche articolo ‘riparatore’, di sovente teso a cancellare o almeno a far dimenticare i trascorsi.

Oggi lunedì 1 settembre, un ‘fondo’ di Angelo Panebianco che certifica l’assoluta inconsistenza, l’incapacità di Barack Obama finora sostenuto dal Corriere in ogni sua azione per quanto evidentemente sciocca fosse.

A quando la ‘riabilitazione’ di Vladimir Putin?

Tutto ciò mi ferisce anche perchè in ognuna di queste occasioni ho subito fatto sapere a De Bortoli o alle sue firme più note come stavano davvero le cose: che Gheddafi (con Mubarak e soci) era ‘il nostro figlio di puttana’ e andava sostenuto, che Mario Monti (citato in via Solferino sempre come il ‘Professore’ con la P maiuscola!!!) era un pericoloso incapace, che Obama era in corsa per il titolo di peggior presidente della storia USA (non perchè nero, come possono pensare gli imbecilli, ma per la sua inadeguatezza), che osannare un golpe è inconcepibile.

(I miei interventi a proposito dei temi ora richiamati sono leggibili, datati acchè non si dubiti, nel sito www.mauroadellaportaraffo.com)

Mi si dirà che moltissimi altri giornali al riguardo si sono comportati come il Corriere e anche peggio.

E’ vero, ma, che volete?, leggo il quotidiano di via Solferino da quando avevo quattro/cinque anni e lo vorrei magnifico, eccezionale, ‘giusto’, inattaccabile!!!