mdpr1@libero.it

Una guerra davvero poco sportiva

Nessun commento Varie ed eventuali

Ricordate il film di Alberto Sordi ‘Finché c’è guerra c’è speranza’?

E’ davvero così: in soldoni, se la pace trionfasse l’economia mondiale sprofonderebbe definitivamente e per secoli faremmo la fame.

Le guerre – non per niente se ne combattono dovunque e comunque – fanno girare un sacco di soldi, altro che storie.

La pace, al di là delle sciocchezze dei politici e di quelli che non sanno e non capiscono nulla, è un disastro.

Noi italiani, poi, noi pacifici e pacifisti italiani, fabbrichiamo armi di ogni tipo e le vendiamo a tutti.

Dopo di che, certamente, la guerra contro gli islamici che si sta combattendo è una delle meno sportive che si siano mai viste.

Loro tagliano le teste a dei poveracci (per il vero, anche a qualche imbecille: si può andare a fare trekking in quelle bande di questi tempi?), gli Stati Uniti e i loro accoliti bombardano invece di affrontare il nemico sul campo.

Uno schifo da tutte e due le parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *