mdpr1@libero.it

“E tutto in banconote usate di piccolo taglio!”

Commenti (2) Varie ed eventuali

Allora, a causa di una disposizione evidentemente ideata da un cretino e votata da un notevole numero di idioti, se deposito in banca, sul mio conto, dieci (anche meno) banconote da cinquecento euro scattano domande (“Quale la provenienza?”)  e segnalazioni alle autorità.

Se io deposito in banca, sul mio conto, lo stesso importo di denaro, che so?, in biglietti da venti, nessuna domanda e nessuna segnalazione.

Si può essere più scemi?

Da sempre, i delinquenti sanno che per sfuggire ai controlli non si devono usare i grossi tagli.

Non per niente, nei vecchi ganster movie i riscatti dovevano essere pagati “in banconote usate di piccolo taglio”.

Fossi un malfattore (lo sono, ma per differenti versi), mi premurerei di cambiare i bigliettoni prima di depositarli.

Proprio il fatto che li utilizzi con assoluta disinvoltura significa che non ho nulla (ripeto, per questo verso) da nascondere!

2 Responses to “E tutto in banconote usate di piccolo taglio!”

  1. Carmine ha detto:

    Verità solare!!! Non ci avevo mai pensato. Un’ulteriore riprova che gli estensori delle leggi hanno neuroni non funzionanti.

  2. Massimo ha detto:

    Come sono fatte le banconote da 500 Euro? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *