mdpr1@libero.it

Gli imbecilli al potere

Commenti disabilitati su Gli imbecilli al potere Varie ed eventuali

Phineas Taylor Barnum, chi era costui?

Un celeberrimo – nell’Ottocento – e ricchissimo organizzatore americano di spettacoli, in specie circensi.

Intervistato a proposito delle sue fortune economiche, dichiarò:

“Al mondo, le persone intelligenti sono meno del dieci per cento.

Io sfrutto le altre!”

Il grande Carlo Cipolla, in un suo divertente (?!) studio, trattando in sostanza degli imbecilli, sostenne – dati conseguenti a una ricerca alla mano – che la loro percentuale è costante in ogni categoria e non dipende dall’educazione né dalla cultura. Così, per esempio, all’università guardando ai docenti, agli impiegati, ai discenti e ai bidelli.

Dal combinato disposto delle due affermazioni riportate si evince che in ogni categoria di persone gli imbecilli sono numerosissimi, oltre il novanta per cento.

Non sfuggono ovviamente a questa ‘regola’ i politici, i giudici, i giornalisti…

Quanto, specificamente, ai politici, le percentuali relative agli intelligenti necessariamente peggiorano: quando mai, difatti, se non per miracolo, una sterminata platea di elettori imbecilli potrà eleggere qualcuno che non lo sia?