mdpr1@libero.it

Dieci anni senza Tiziano Terzani

Commenti disabilitati su Dieci anni senza Tiziano Terzani Varie ed eventuali

Pochi giorni e il 28 luglio cadrà il decimo anniversario della morte di Tiziano Terzani.

Un grande del giornalismo d’avventura, direi.

Uno scrittore tradotto ovunque e comunque.

Un uomo di meritato successo.

Lo consideravo decisamente molto e così quando Pontiggia mi chiese di presentarlo nella sua libreria a Varese accolsi l’invito ben volentieri.

Non ricordo il titolo del libro che nell’occasione proponeva ma rimasi di stucco vedendomelo venire incontro tutto vestito di bianco, da guru o qualcosa di simile.

Le foto di quell’oramai nostro antico appuntamento – basta guardare l’espressione del mio viso mentre, lui seduto a gambe incrociate sopra un tavolino, gli sono d’accanto – bene rappresentano la mia delusione peraltro conseguente alla scoperta di una sua qualche vacuità.

Mi vendicai di quel suo voler apparire facendogli notare che nell’introduzione al suo libro aveva scritto che la famosa espressione sulla “ricerca della felicità” apparteneva alla Costituzione USA mentre, – come tutti sanno, sottolineai – fa invece bella mostra di sé nella Dichiarazione d’Indipendenza americana.

Un’ultima annotazione: Terzani era a Pechino poco prima di Tien An Men.

Poco prima, quindi, degli storici fatti a tutti ben noti.

Fu allora che telefonò a Fernando Mezzetti – all’epoca corrispondente da Pechino per Il Giornale – dicendogli all’incirca “Qui non succede nulla. Me ne vado!”

E così fece.