mdpr1@libero.it

Chaplin/Charlot, il primo maestro di John Huston

Commenti disabilitati su Chaplin/Charlot, il primo maestro di John Huston Cinema

1917, John Huston ha undici anni e da qualche tempo è a letto malato.

Non che si sappia di preciso il nome della malattia: deve riposare, evitare ogni sforzo, stare a dieta.

Vive con la madre in albergo, in quel di Los Angeles.

Un giorno alla porta della sua camera bussa qualcuno. è nientemeno che Charlie Chaplin/Charlot.

Vuole vedere il bambino malato.

“Vada pure”, dice a mrs Huston, “Torni fra un’ora, al piccolo penso io”.

E l’ora che segue è un incanto: Charlot si improvvisa domatore d’avanspettacolo alle prese con invisibili pulci, con un fazzoletto ripiegato crea un teatrino per burattini, inventa e divertendosi diverte.

Ma John ha delle curiosità da soddisfare e chiede spiegazioni a Chaplin: come funziona questo? Come si fa quello? E gli effetti come si ottengono?

E’ in qualche modo un imprinting.

Nacque allora la passione di Huston – uno dei pochi veri ‘grandissimi’ – per il cinema.

Che Chaplin, per questo, sia benedetto.