mdpr1@libero.it

La morte di Jacopucci

Commenti disabilitati su La morte di Jacopucci Coccodrilli, Sport

Difficile dimenticarsela quell’intervista.

Battuto duramente per ko al dodicesimo round dallo sfidante Alan Minter, Angelo Jacopucci, di lì a un’ora o poco più, apparve apparentemente integro in televisione.

Parlò del match, disse che ovviamente gli dispiaceva di aver perso la cintura europea dei medi ma che pensava di avere presto la possibilià di riprendersela.

Non molte ore dopo, in coma, veniva trasportato all’ospedale dove senza riprendere conoscenza sarebbe morto.

Eravamo nella seconda metà di luglio del 1978.

Certo, quel che ora dirò non può consolare nessuno, ma è sicuro che quella dipartita servì e molto per evitarne altre.

E’ da poco dopo e per conseguenza che alcune regole relative alla boxe sono cambiate: gli incontri per i titolo europei e mondiali limitati ai dodici round contro i quindici precedenti, l’obbligo prima di ogni match di fare una tac al cervello dei due combattenti e quello di collocare il ring a non più di un’ora d’auto di distanza da un ospedale.

Quanto al boxeur Jacopucci, era davvero bravo.

Chapeau!