mdpr1@libero.it

Birra e puttane

Commenti (1) Varie ed eventuali

Il tipo si chiama Marc Faber.
È un analista in borsa e uomo d’affari, un guru indiscusso della finanza mondiale.
Nel giugno 2008, quando l’amministrazione Bush ha studiato un progetto per rilanciare l’economia americana, Marc Faber ha scritto nel suo bollettino mensile un commento con molto umorismo:
“Il governo federale sta valutando di dare a ciascuno di noi una somma di $ 600 da spendere per rilanciare l’economia.
Miei cari connazionali americani, se noi spendiamo quei soldi al Walt-Mart,  il denaro va in Cina.
Se noi spendiamo i soldi per la benzina, va agli arabi.
Se acquistiamo un computer, il denaro va in India.

Se acquistiamo frutta, i soldi vanno in Messico, Honduras e Guatemala.
Se compriamo una buona macchina, i soldi andranno a finire in Germania o in Giappone.
Nessun centesimo di questo denaro aiuterà l’economia americana.
L’unico modo per mantenere quel denaro negli Stati Uniti è di spenderlo in puttane o birra, già che sono gli unici due beni che si producono ancora qui.
Io sto già facendo la mia parte ……..”
Risposta di un economista italiano, anche lui di buon umore:
“Carissimo Marc,  la situazione degli Stati Uniti sta veramente precipitando.
Infatti mi dispiace informarLa che la fabbrica di birra Budweiser è stata acquistata  recentemente dalla multinazionale brasiliana AmBev.
Pertanto vi restano solo le puttane.
Ora, se queste decidessero di inviare i loro guadagni ai figli, questi soldi arriverebbero direttamente ai deputati italiani qui a Roma….

One Response to Birra e puttane

  1. Antonio ha detto:

    Ho 74 anni, da 20 vivo in Honduras, mai avrei pensato Dover compiangere ITALIA politicamente distrutta dalla sinistra, dal clero, dal buonismo imperante.
    Che paese puo essere quello che non aiuta i suoi poveri arrivando al punto che il vero ITALIANO deve abbassare la testa davanti a fatti eclatanti di delinquenza terzomondista?
    Non parliamo poi degli zingari protetti, mantenuti, finanziati, affinchè delinquino a piacere…
    Mi diceva un poliziotto in un mio rientro ITALIANO: “Vedi quella zingara? L’abbiamo arrestata 7 volte per furto a carico degli anziani, dopo 2 ore dall’arresto sono fuori e ti deridono…”
    Da sempre io ho detto che il cancro profondo dell’ITALIA è la magistratura…
    D’accordo, l’Honduras non è un paese sereno, sicuro, ma sicuramente migliore dell’ITALIA attuale.
    Qui la proprietà privata è rispettata, in ITALIA basta un rumeno che occupi la tua casa e sei fregato, diamo ospitalità agli africani e quelli ci ammazzano a picconate, diamo ospitalità agli arabi e quelli si fanno le moschee e pretendono importare le loro leggi e costumi!!!
    ITALIANI alla riscossa, riapporopiamoci del nostro paese, armiamoci e ripuliamo l’ITALIA da politici falsi, inetti e buonisti, dal viscido clero, da una Boldrini amante dei negri.
    Facciamo sì che i nostri padri che morirono per l’ITALIA non si rivoltino dalle tombe di guerra!!!
    ITALIANI armiamoci e ripuliamo questo bel paese, dove le fabbriche se ne vanno, i nostri migliori figli se ne vanno, ma le pance dei terzomondisti sfornano falsi ITALIANI a getto continuo.
    Non ci hanno vinto con le crociate, ci stanno vincendo con le pance delle loro donne.
    A questo ritmo tra 20 anni LITALIA sarà musulmana, io ringraziando DIO non ci sarò per raggiunti limiti di età…
    Meditate Iitaliani, meditate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *