mdpr1@libero.it

Paragone imita (inconsapevolmente, di certo) John Huston

Nessun commento Varie ed eventuali

Mi dicono che un certo Paolo Barnard sarebbe stato cacciato dalla trasmissione ‘La gabbia’ per alcune esternazioni, in specie sulle donne, non proprio gentili.

Ora, come diceva Andreotti, “A dubitare si fa peccato ma spesso si indovina” e, a fronte di cotanta notizia, come non pensare che la questione tra il presentatore Gianluigi Paragone e quel tal Barnard sia stata creata ad arte per cercare di sollevare gli indici d’ascolto di una trasmissione agonizzante?

Inoltre, mi viene alla mente un vecchio modo di procedere di John Huston.

Il grande regista, quando dava il via ad un nuovo set cinematografico, era solito assumere un tale, nascostamente assai ben pagato, che, non appena si dava il via ai lavori di ripresa, veniva da lui assalito a male parole ad alta voce e dipoi cacciato. Il tutto, platealmente.

Dava, in cotal modo agendo, Huston l’idea che con lui non si potesse scherzare e che i lavori andassero fatti sempre a regola d’arte.

Ecco, una seconda ipotesi, sia pure assai più remota, guardando a quel che ha fatto Paragone, potrebbe essere questa.

Dubito, peraltro, che il presentatore sia a conoscenza dell’agire di Huston e propendo quindi per la prima esposta.

Paolo Barnard e Gianluigi Paragone

Paolo Barnard e Gianluigi Paragone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *