mdpr1@libero.it

Fred MacMurray, ‘grande’ per punizione

Nessun commento Cinema

Anni Trenta e primi Quaranta.

A Hollywood, l’oggi obliatissimo Fred MacMurray è un ‘numero uno’.

Pagatissimo, lavora con le più importanti attrici dell’epoca (Hepburn, Colbert, Dietrich…) e procura ottimi incassi.

Capita che la Casa di produzione con la quale è impegnato contrattualmente abbia da lamentarsi di lui: fa i capricci e non segue le direttive.

Pretende di poter scegliere i ruoli, nientemeno!

Va punito, perbacco.

Fred MacMurray

Fred MacMurray

E’ un bravo commediante?

Sbattiamolo in un noir nel ruolo del ‘vilain’, il cattivo.

Detto fatto.

Fred si ritrova sul set di ‘La fiamma del peccato’, una pellicola la cui sceneggiatura Billy Wilder, addirittura con Raymond Chandler, ha ricavato da un romanzo vicino alla ‘hard boiled school’ di James Cain.

Magnifica interpretazione, grande successo!

Tornerà Wilder a cercarlo per ‘Viale del tramonto’, invano.

Gli riserverà, peraltro, il ruolo del capintesta fedifrago nel meraviglioso ‘L’appartamento’, in pratica, il canto del cigno di Fred almeno sul grande schermo.

Chapeau!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *