mdpr1@libero.it

Vampiri e nani

Nessun commento Varie ed eventuali

di Enzo Tosi

A)   Vampiri.
Antonio Mastrapasqua (sarà almeno “dott.” ?), visto da vicino – come in questo momento di sua notorietà negativa ce lo raffigurano le tv – mostra un volto impressionante. Una roba da film di vampiri, nei quali il conte Dracula è egli medesimo.
Immagine vivente della mortale e repellente avidità di succhiare. La Natura gli si è rivolta contro.
Succhia, intasca prebende, che personaggi a lui superiori, che vanno individuati e puniti, gli hanno attribuito. Ma il suo volto esprime la sensazione della ripugnante malattia del succhio.

Antonio Mastrapasqua

Antonio Mastrapasqua

B) Nani.
Il rag. Monti da Varese fu frettolosamente insignito del laticlavio a vita per meriti tutti da scoprire. Autore della meravigliosa promozione il veterocomunista non pentito on. Giorgio Napolitano.
I primi tempi, in funzione anti deprecabile bunga-bunga berlusconiano, i media ci mostrarono il Miracolato in costante compagnia della moglie e – ricordate ? – autore di frequenti incontri con prelati,  atteggiamenti pii, nonché visite ossequianti alle stanze del potere europeo.
Successivamente la Signora sparì.
Il rag. Monti provvide ad incrementare la distruzione del paese.
Ora è uscito di scena, relegato al meritato ruolo di nano politico. (*)

(*) Attenzione Amici, tutti questi bolliti, i rag. Monti, i D’Alema & C. si ritengono “riserve della Repubblica” (??!!) e ce li ritroveremo tra i piedi alla prossima elezione del Presidente della Repubblica, se non si cambia sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *