mdpr1@libero.it

Via Procaccini

Nessun commento Varie ed eventuali

27 ottobre 1992, per chissà mai quale ragione e al massimo per la terza o quarta volta in vita mia, verso le quattro del pomeriggio, piego da via Staurenghi per via Giulio Cesare Procaccini.

Dieci passi e incontro Fausto Bonoldi.

Un vecchio, benché giovane, amico.

Giulio Cesare Procaccini

Giulio Cesare Procaccini

Del piu’ e del meno: “Come stai? Come va? E la famiglia?” l’un l’altro.

Poi, mi sovviene che è capo redattore della Prealpina.

“Senti”, gli dico, “fra una settimana ci sono le elezioni negli Stati Uniti. Ti posso far avere qualche mio scritto al riguardo: sulla storia, sui risultati, i record…?”

Acconsente e il 31 ottobre esce sul nostro giornale (parlo da varesino), sul tema, un’intera pagina a mia firma.

E’ cosi’ che tutto è cominciato.

Avessi proseguito per via Staurenghi, avesse Fausto deciso di passare altrove, qualcuno, negli anni successivi, avrebbe mai sentito parlare del ‘Gran Pignolo’?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *