mdpr1@libero.it

Grecale

Nessun commento Varie ed eventuali

Teso, costante, quasi fresco, abbastanza forte verso mezzodì da fermare per un attimo le onde che, sospese, subito sotto la cresta bianca, riflettevano in mille frammentati, argentei frammenti i raggi di un sole dominante nel cielo sgombro di nuvole.

Vento di nord est – grecale, giurava il bagnino – rarissimo da quelle parti.

Vento che faceva venir voglia di arrivare presto in spiaggia e di restarci fino al tramonto.

Acque blu intenso, panorami calcificati.

A pranzo, una cartata di fritto di mare con le patatine.

A sera, tre, quattro passi dopo l’aperitivo e tu che, più tardi, all’improvviso, indosso un pigiama disegnato a macchie marroni, mi dici ridendo “Mucca pazza”.

Cinque, bellissimi giorni.

Poi, il rientro comunque felice.

Credevamo fosse un nuovo inizio.

Era la fine, l’avremmo scoperto dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *