mdpr1@libero.it

L’obsolescenza programmata e Sergei Bubka

Nessun commento Sport

L’obsolescenza programmata è la politica tesa a definire la durata di un prodotto la cui utilità è appunto programmaticamente limitata o perchè lo si rende inservibile dopo un certo periodo di tempo o perchè lo si sostituisce con un altro rendendolo volutamente ‘fuori moda’.

Sergei Bubka

Sergei Bubka

Sarebbe cioè possibile proporre da subito l’oggetto nella veste definitiva ma si preferisce metterne in commercio di volta in volta un modello ‘da migliorare’ suscitando l’interesse del pubblico proprio per le ‘migliorie’ e obbligandolo a sempre nuovi acquisti.

Il grande saltatore con l’asta Sergei Bubka, usava ante litteram un metodo in qualche modo consimile riguardo al record mondiale della sua specialità.

Avrebbe mooolto prima potuto raggiungere i sei metri e quattordici del suo definitivo primato all’aperto del 1984 e i sei metri e quindici di quello indoor dell’anno precedente ma non lo ha fatto, stabilendo successivamente e in ogni occasione migliorandosi di uno o massimo due centimetri diciassette volte il record open e diciotto quello indoor, perchè nei meeting internazionali il suo cachet era assai piu’ consistente appunto se e quando stabiliva un nuovo primato.

In buona sostanza, ripeto, Bubka ha messo in pratica per tutta la carriera una sua particolare forma di obsolescenza programmata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *