mdpr1@libero.it

Alessandro Moissi e Morcote

Commenti (2) Varie ed eventuali

Il cimitero di Morcote?

Bellissimo e riposante se è vero che Piero Chiara qualche volta trovo’ il modo di addormentarsi su una delle sue panchine.

Va ricordato, detto cimitero con vista lago, anche per la presenza tra l’altre della tomba di Alessandro Moissi.

Alessandro Moissi

Alessandro Moissi

Ecco, proprio il percepire da parte dei lettori di questa nota di un “Ma chi diavolo era mai costui?” mi rattrista perchè mi conferma del fatto che il trascorrere degli anni, del tempo tutto cancella e in primo luogo la memoria.

Moissi fu tra i piu’ grandi sulle scene teatrali dei primi decenni del Novecento.

Notato daJosef Kainz fu scelto da Max Reinhardt.

Di lui narrarono meraviglie nientemeno che Stefan Zweig, Franz Werfel e Franz Kafka.

Mori’ giovane di polmonite.

Morcote ne accolse e conserva le spoglie.

2 Responses to Alessandro Moissi e Morcote

  1. Antonio ha detto:

    Grazie per aver ricordato uno dei grandi del teatro non solo italiano.
    Che peccato!!
    La memoria corta è terribile.
    E’ davvero stato uno fra i grandi.
    Memorabile il suo “Amleto” per come se ne parla nelle recensioni.
    Recensioni di critici che sapevano il fatto loro, oggi stanno scomparendo anche i critici, appunto, non si ha più memoria e chi recensisce oggi , commette l’errore di non guardare a chi è venuto prima di lui.
    Chi parla più di Valeria Moriconi, Tino Carraro, Paola Borboni, non voglio citarli tutti… ma perchè ogni tanto non ricordarli come avete fatto con Moissi?
    Grazie,
    Antonio Zanoletti

  2. Simona ha detto:

    Bello!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *