mdpr1@libero.it

Nanni Svampa “solo e disperato a Roma”

Nessun commento Varie ed eventuali

Romano di famiglia e di nascita, vivendo magnificamente a Varese da quando avevo tre anni, uso come sono ai ritmi piu’ calmi e sereni della provincia, ogni qual volta mi tocca andare nella capitale lo faccio controvoglia e mi organizzo in modo da ritornare indietro prima possibile.

Molte le ragioni di questo mio rifiuto e preminente fra tutte il senso di impotenza e di inutilità che la caotica e inconcludente vita romana ti trasmette.

Quel che mi occorre allorché sono costretto a fermarmi nell’Urbe più a lungo di quanto possa sopportare avendo a che fare con le infinite difficoltà che Roma riesce a porti di fronte è magnificamente riassunto in una frase che dando inizio al racconto di un gustoso aneddoto che lo riguardava, mi ha detto una volta Nanni Svampa:

“Anni fa, mi capita di andare a Roma e dopo due giorni mi ritrovo solo e disperato in un residence come succede a tutti quelli che arrivano nella capitale con progetti e idee…”

Nanni Svampa e Mauro della Porta Raffo

Nanni Svampa e Mauro della Porta Raffo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *