mdpr1@libero.it

Sollozzo

Nessun commento Cinema

Il 1972 fu l’anno migliore per Alessandro ‘Al’ Lettieri, ‘vilain’ di classe sul grande schermo.

Due grandi film, un capolavoro e un cult movie, l’uno dietro l’altro.

Due ruoli che restano.

Il crudelissimo gangster Rudy Butler rivale di Steve McQueen in ‘Getaway’, di Sam Peckimpah, e soprattutto Virgil Sollozzo in ‘Il padrino’, di Francis Ford Coppola.

Guadagnata la fama del duro, non gli riusci’ di sfruttarla.

Se ne ando’ tre anni dopo, appena quarantasettenne, tradito dal cuore.

Contrariamente ai personaggi da lui interpretati, l’aveva e fragile!

Al Lettieri ne 'Il padrino'

Al Lettieri ne ‘Il padrino’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *