mdpr1@libero.it

Edward Hopper/Gottfried Helnwein

Commenti (1) Varie ed eventuali

Il più grande pittore autenticamente americano?

Edward Hopper, senza discussioni.

Riconoscibile in quanto eccezionale e unico.

Nel 1942, dipinge uno dei suoi mille capolavori.

Di più: è possibile creare ‘il capolavoro dei capolavori’ dato che ‘Nighthawks’ lo è!

Passano gli anni e un artista viennese di ottima leva, Gottfried Helwein, trova ispirazione nel dipinto hopperiano di cui si parla.

Edward Hopper-Nighthawks (1942)

Edward Hopper-Nighthawks (1942)

Ed ecco ‘Boulevard of broken dreams’.

Il medesimo straniamento, lo stesso clima e quattro differenti e riconoscibilissimi personaggi: quattro icone americane passate a miglior vita.

Al bancone, il barista Elvis Presley intento a servire nientemeno che James Dean, Humphrey Bogart e Marilyn Monroe!

Nasce in cotal modo uno dei poster più diffusi al mondo.

Mentre scrivo queste note, campeggia alle mie spalle.

Boulevard of broken dreams di Helnwein

Boulevard of broken dreams di Helnwein

 

 

One Response to Edward Hopper/Gottfried Helnwein

  1. Silvano Calzini ha detto:

    Nel mio piccolo ho scelto Nighthawks come sfondo alla mia pagina su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *