mdpr1@libero.it

Arnaldo Mussolini

Nessun commento Varie ed eventuali

Parlando della scrivania del padre Benito a villa Torlonia, Romano Mussolini, in un’intervista, rammentava che sulla stessa “troneggiavano una foto di Chamberlain, un’immensa biografia di Lenin e la maschera di gesso dell’adorato fratello Arnaldo”.

Già, Arnaldo il dimenticatissimo Arnaldo.

L’uomo mite e cortese che riusciva a stemperare gli impeti del Duce.

Arnaldo Mussolini

Arnaldo Mussolini

L’uomo che ne curava con discrezione l’immagine.

Che seguiva per suo conto la stampa e infinite altre piccole e grandi faccende, di Stato o meno che fossero.

Il fratello appunto adorato la cui morte improvvisa per colpa di un cuore malfermo nel dicembre 1931 distrusse Benito.

La cui morte, forse, costo’ cara all’Italia lasciando il Duce privo di necessarissime briglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *