mdpr1@libero.it

Razzisti!

Nessun commento Varie ed eventuali

Con una votazione assai politicamente corretta, il parlamento francese ha in questi giorni cancellato dalla costituzione d’oltralpe la parola ‘razza’.

Ecco pertanto che il riferimento colà espresso alla parità tra tutti gli uomini “senza differenze di origine, razza e religione” perde uno dei tre elementi.

E mi aspetto che sull’onda, ben presto, si cancellino anche “origine” e “religione”.

“Senza differenze” può bastare.

Per quanto, peraltro, i nostri amici gallici si affannino, avanti che non solo il termine “razza” venga cassato ma che anche non più si parli di razzismo, prima che dalla demagogia si passi ad una diversa realtà, molta l’acqua che deve scorrere sotto i ponti.

E a ben guardare, non esiste soltanto il razzismo dei bianchi, tanto che, di recente, si è scoperto che una importantissima Signora di colore targata USA, a quel che ne dicono gli agenti dei servizi segreti che la seguono, letteralmente “odia i non neri”.

Personalmente, non mi importa un accidente appunto del colore delle persone nè della loro appartenenza a religioni differenti dalla mia come anche, per collegamento d’idee, delle loro appartenenze sessuali.

L’importante è che tali differenze non mi vengano sbattute in faccia.

Non vengano ostentate con protervia o volgarità.

Resta il fatto che fino a quando non mi sarà possibile dire che il presidente Obama è un’assoluta nullità senza che qualcuno opini che tale mia affermazione non dipenda, come in vero è, da un giudizio sul suo operato ma consegua da una mia vena razzista, il razzismo permarrà.

In un film di non molti anni fa, uno dei protagonisti, nero, elevato ad un incarico di maggiore responsabilità, diceva: “La cosa peggiore è che non saprò mai se devo la promozione alle mie capacità o al colore della mia pelle”.

Non pochi tra quanti operano contro il razzismo sono profondamente, inconsapevolmente,  razzisti.

Il Parlamento Francese

Il Parlamento Francese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *