mdpr1@libero.it

Condanna elvetica

Nessun commento Varie ed eventuali

In Svizzera – e noi di confine che fra l’altro seguiamo i loro tg ben lo sappiamo – si vive molto meglio.

Gli elvetici sono dei magnifici amministratori e tutto da loro funziona infinitamente meglio che da noi.

Sono educati e civili.

E poi, hanno il franco e non quella vera sciagura che è l’euro.

Ma c’è dell’altro e, in particolare, il funzionamento della loro giustizia.

In breve, come puniscono senza remissione chi sgarra.

Ieri, 5 luglio, un tribunale appunto svizzero ha pronunciato una sentenza esemplare a proposito di uno stupratore seriale.

Ebbene: reclusione perpetua.

Reclusione perpetua, ripeto, che non è il nostro ergastolo dal quale si esce in mille modi.

No, significa sul serio che quel tale resterà dentro fino alla morte.

In Svizzera non si scherza e per questo nessuno si azzarda nemmeno a buttare una cartaccia per terra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *