mdpr1@libero.it

Da ‘L’incontro. Ritrovarsi nella preghiera’.

Nessun commento Varie ed eventuali

Da ‘L’incontro. Ritrovarsi nella preghiera’. Esercizi spirituali predicati a Benedetto XVI ‘Alle sorgenti del Giordano e dello spirito. Il Dio della grazia e della parola’

Mi permetto di riportare un brano ricavato dal predetto volume, edito da Mondadori nel febbraio 2013

“Aveva ragione il teologo Karl Barth quando ritoccava, sia pure per una sola lettera, il famoso motto di Cartesio.

Il filosofo francese, col suo Cogito ergo sum (penso, quindi sono), aveva incentrato  sull’io consapevole tutto l’essere umano che si autopone nella sua entità.

Il teologo tedesco, invece, aveva introdotto una live variante, capace però di generare una rivoluzione copernicana di stampo biblico: cogitor, ergo sum (sono pensato/amati, quindi sono).

Sono certo che Dio ha scoperto me, ma devo confessare che non sono sempre certo di avere io scoperto Dio.

La fede è innanzitutto un dono, anche se è al tempo stesso una conquista.

Lapidario è ancora una volta san Paolo: “Avete conosciuto Dio, anzi, da Lui siete stati conosciuti” (Galati 4,9) e il ‘conoscere’ biblico è anche amare”

NB.  Se mi è consentito, impeccabile il ricorso alla Lettera ai Galati che, a parte tale citazione, ritengo tra i veri fondamenti della fede cristiana!

Il Card. Gianfranco Ravasi

Il Card. Gianfranco Ravasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *