mdpr1@libero.it

In morte di Little Tony

Nessun commento Coccodrilli

Incredibilmente (era sempre, all’aspetto, un ragazzo) Little Tony è morto.

Mi piace ricordarlo con le parole che vergo’ nel 2003 su mia richiesta e che inclusi nel libro ‘La prima squadra non si scorda mai^’, finalista al Bancarella Sport nel successivo 2005. Era romanista, purtroppo (e lo dico da laziale).

LittleTony

LittleTony

Sono nato a Tivoli e cresciuto nella mitica Roma. Abitavo nel popolare quartiere di San Giovanni, vicino alla statua di San Francesco.

Quando facevo le elementari, mi ricordo che appena suonava la campanella di uscita dalla scuola, io, con la palla in mano, chiamavo i miei compagni e con le cartelle e i cappotti facevamo quelle che secondo noi erano le porte, dando così sfogo alla nostra passione per il calcio.

Un giorno, alla fine della partita, mi accorsi che il mio cappotto era sparito.

Tornando verso casa ero terrorizzato al pensiero che papà mi avrebbe ammazzato di botte per non avere dato ascolto alle sue raccomandazioni su come mantenere sano e salvo l’unico cappotto che avevamo che mi scambiavo con i miei fratelli Alberto e Enrico.

Arrivato, con mia somma sorpresa, notai che il pastrano era poggiato sopra una sedia della sala da pranzo, segno evidente che ad averlo preso era stato mio padre.

Quel giorno la passai liscia quanto a botte, ma la ramanzina che mi fece il babbo mi servì per capire cosa avrei fatto in futuro.

Negli anni successivi, avendo la fortuna di abitare a Roma, sentii il dovere di essere vicino a una squadra della mia città.

Tra Roma e Lazio, scelsi la Roma.

In questi ultimi trent’anni mi sono appassionato a tutte le vicende della mia squadra del cuore; ho anche convinto mia madre, mia figlia Cristiana e i miei fratelli.

I festeggiamenti per la vittoria dello scudetto 1982/83 sono il ricordo più bello che conservo gelosamente.

Il mio slogan è: LA ROMA NON SI DISCUTE…SI AMA!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *