mdpr1@libero.it

Le donne vivono più a lungo degli uomini perché in realtà non hanno veramente vissuto

Commenti (1) Varie ed eventuali

“Per tante povere sceme che hanno subito il lavaggio del cervello il matrimonio è l’esperienza suprema.

Per gli uomini, è un mezzo per ottimizzare la logistica.

L’uomo fa in modo di avere cibo, letto, lavanderia, televisione…progenie e comodità tutto sotto lo stesso tetto.

Diane Keaton

Diane Keaton

Ma per una donna il matrimonio rappresenta una resa.

La donna smette di lottare e da quel momento lascia ogni attività davvero interessante e significativa al marito che ha promesso ‘di avere cura di lei’…

Le donne vivono più a lungo degli uomini perché in realtà non hanno veramente vissuto”.

Così lo scrittore (un maschio) americano Tom Robbins nel 1976 in ‘Il nuovo sesso: Cowgirl’.

Condivisibile, ancora – sono passati trentasette anni – attuale in tutto e per tutto il suo pensiero?

Ricordo che le durissime frasi di Robbins sono collocate da Diane Keaton (che in molti definiscono ‘la musa di Woody Allen’ cercando di metterla in secondo piano rispetto comunque e sempre a un uomo) nella prima pagina del suo recente ‘Oggi come allora’, un ‘memoir’ di notevole pregio narrativo.

One Response to Le donne vivono più a lungo degli uomini perché in realtà non hanno veramente vissuto

  1. Francesca ha detto:

    Avevo letto cowgirl in inglese, stile abbastanza difficile, una brutta copia di Woody, che, inoltre, non faceva ridere nessuno.
    Direi che la sua definizione sulle povere sceme sia assolutamente fuori tempo.
    Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *