mdpr1@libero.it

Neppure una virgola!

Nessun commento Varie ed eventuali

Ottavio Missoni?

Per il ‘correttore automatico’ questo signore non esiste.

Caso mai, si chiamerà ‘Missioni’.

E’ così che procede quella benedetta funzione proditoriamente installata nel computer: dovrebbe correggere gli errori appunto automaticamente ma in verità e in specie con i cognomi, storpiandoli per adeguarli a parole d’uso corrente ricomprese nel suo limitato vocabolario, non fa che causarne.

John Huston

John Huston

Meglio, molto meglio (l’ho scoperto quando ho cominciato a scrivere sul pc) farne a meno.

Evitato questo primo inghippo, l’opinionista (è in tal modo che vengo definito) inoltra via mail l’articolo e qui si trova ad affrontare un secondo ostacolo: quello rappresentato dal redattore  incaricato di, come si dice, “passare il pezzo” e cioè di leggerlo per correggere gli eventuali errori di battitura (ci si augura, non anche di grammatica o di sintassi).

Ed ecco nascere nuovi problemi determinati dal fatto che il giornalista al quale è stato affidato il controllo quasi sempre, e spesso non potrebbe essere altrimenti, non conosce il tema oggetto dell’articolo.

Anni orsono mi è capitato di spedire ad un settimanale una lunga riflessione a proposito dell’opera cinematografica del grande regista americano John Huston.

Ebbene (bella figura!), mi sono ritrovato in pagina una cospicua serie di John “Houston” visto che il correttore riteneva che quel cognome andasse scritto come quello del generale Sam Houston, liberatore, nel 1836, e primo presidente del Texas indipendente al quale è dedicata l’omonima città.

Un altro esempio (anch’esso risale a qualche tempo fa) per capirci, un errore causato addirittura dalla semplice aggiunta di una virgola:  parlando di previsioni del tempo mi è occorso di scrivere “il meteorologo capo di Locarno Monti” laddove Locarno Monti è il luogo nel quale si colloca l’osservatorio meteorologico ticinese.

Ebbene, dopo l’intervento del ‘passatore’ del pezzo, la frase è stata così modificata: “il meteorologo di Locarno, Monti”.

Un semplice, piccolo segno ed ecco che Monti è diventato il cognome di quel degno signore i cui dati personali mi erano invece ignoti.

Come difendersi?

Pregando che in redazione nessuno per nessuna ragione aggiunga o tolga neppure una virgola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *