mdpr1@libero.it

I film della mia vita

Commenti (1) Varie ed eventuali

Cinefilo incallito, amo moltissimi film per le emozioni che mi hanno saputo e mi sanno dare.

Oggi, avendo a disposizione i dvd, adoro vedere e rivedere alcune singole scene.

L’inizio da brividi di ‘Sentieri selvaggi’ con l’arrivo di Ethan/John Wayne.

John Waine in Sentieri Selvaggi

John Waine in Sentieri Selvaggi

La corsa di Shirley MacLaine nel finale de ‘L’appartamento’.

Il ‘detto e non detto’ tra Robert De Niro e Robert Duvall al banco della tavola calda nonché l’ultima parte de ‘L’assoluzione’.

L’atto conclusivo, a partire dal duello tra Bronson e Fonda, di ‘C’era una volta il west’.

L’apparizione di Marlene Dietrich in ‘L’infernale Quinlan’.

Ne ‘Il mucchio selvaggio’, l’indimenticabile momento della partenza dal villaggio messicano.

La dolente andatura dell’immortale Robert Mitchum in ‘Gli amici di Eddie Coyle’.

La folgorante apparizione di una giovanissima e mai più così bella Dorothy Malone in ‘Il grande sonno’.

La splendida performance di Rose Gregorio nel già citato ‘L’assoluzione’.

Il favoloso ballo finale di Robert Preston in ‘Victor Victoria’.

La benda sull’occhio di Stockard Channing in ‘Smoke’.

La morte del grande Henry Silva in ‘Ghost Dog’.

Il magico suonatore di violino Danny De Vito ne ‘I soldi degli altri’.

La disperata scena nel capanno in riva al mare di Jack Lemmon in ‘Salvate la tigre’.

Il suicidio di Brendan Gleason in ‘In Bruges’ nel mentre risuonano le note di ‘On Raglan Road’ cantata da Luke Kelly.

Il finale – Claude Sautet sapeva scrivere e girare ottimi finali – di ‘Tre amici, le mogli e (affettuosamente) le altre’ con Yves Montand, Michel Piccoli, Serge Reggiani e Gerad Depardieu che semplicemente, parlando, attraversano una strada…

Davvero, il cinema è il cinema, è il cinema è il cinema!

One Response to I film della mia vita

  1. Aldo Monti ha detto:

    Anche il finale di Cesar e Rosalie, tradotto in italiano con un terrificante E’ simpatico, ma gli romperei il muso, sempre di Claude Sautet è veramente bello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *