mdpr1@libero.it

La mala educacion

Nessun commento Varie ed eventuali

Ho vissuto la fanciullezza tra persone educate e pulite.

I mezzadri e i contadini di mia nonna nella campagna romana, i contadini e gli operai di Barasso come di Casbeno con i quali capitava di avere a che fare erano persone estremamente educate.

I loro figli, miei compagni di scuola, vestivano al meglio e si comportavano correttamente.

Studiavano con l’intento di migliorarsi.

Nessuno imprecava, nessuno diceva parolacce.

E per quanto larga parte dei padri e delle madri non avesse potuto frequentare altro che qualche classe elementare, tutti avevano una loro cultura e si poteva colloquiare.

Col trascorrere dei decenni, sempre piu’ rapidamente, l’educazione, la pulizia e quella speciale conoscenza diffusa sono finite in soffitta, tra mille altre cose desuete delle quali non si sa proprio cosa fare.

E si sono perse le radici…

E la tradizione non ha piu’ significato…

E di tutto e di tutti “chi se ne frega”…

E i giovani sono maleducati, di una maleducazione assoluta e senza rimedio.

E piu’ violenti, anche…

E dicono parolacce…

E imprecano…

Marca male. marca davvero male!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *