mdpr1@libero.it

Escort

Nessun commento Varie ed eventuali

Abbastanza anziano da ricordare che una volta in televisione la pubblicità alle sigarette la facevano i medici in camice, ne ho viste di tutte i colori e, in particolare, per quel che riguarda l’evoluzione (o involuzione?) del linguaggio, ho assistito a mutazioni inimmaginabili.

Chi mai, infatti, solo qualche decennio fa – allorquando già si restava perplessi a fronte della definizione ‘colf ‘, contrazione di ‘collaboratrice familiare’, utilizzata invece del per il vero brutale ‘serva’ – avrebbe pensato a dizioni del tutto ridicole quali ‘operatore ecologico’ in luogo di spazzino o criptiche quali ‘ipovedente’, al posto di cieco?

Non essendo, peraltro, possibile porre un limite alle scempiaggini che a getto continuo produce il ‘politicamente corretto’, eccoci, oggi, a scoprire che le gentili signore o signorine che esercitano a un certo livello quello che una volta si definiva ‘il mestiere più antico del mondo’ non si chiamano più, mi si perdoni, ‘puttane d’alto bordo’ e neppure, eufemisticamente, ‘accompagnatrici’, ma, attenzione, traducendo in inglese appunto quest’ultimo vocabolo, ‘escort’, che vuol dire altresì ‘scorta’.

Ed eccoci al punto: il dizionario etimologico ci informa, infatti, che proprio ‘scorta’ è forma sostantivata di ‘scorto’, participio passato di ‘scorgere’ “nel significato di guidare, mostrare la strada”. Resta, quindi, da comprendere quale mai via potranno queste spesso procaci e sempre disponibili fanciulle mostrarci, verso quali lidi guidarci. Lo scopriremo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *