mdpr1@libero.it

La puttana vergine

Nessun commento Varie ed eventuali

Come sempre, dal barbiere.

Mi agito, strillo, me la prendo con questo e con quello…. mi sfogo e mi diverto.

Sulla poltrona accanto, un anziano signore ascolta e non parla se non quando sto per andarmene.

“Nel 1994”, dice, “ero in Malesia e non mi era possibile votare nelle elezioni italiane in programma, cosa della quale mi rammaricavo.

A tavola con un altissimo funzionario statale appunto malese, mi intrattenevo sui rivoluzionari cambiamenti che il mio Paese si aspettava: via i vecchi partiti e largo ai nuovi.

“Ma voi, in Italia”, mi chiese quel tale, “cosa chiedete a un uomo politico?”

“L’onestà”, replicai. “Soprattutto, l’onestà!”

“Ho capito”, concluse, “cercate la puttana vergine!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *