mdpr1@libero.it

Hemingway e il Palio di Siena

Nessun commento Varie ed eventuali

Ai suoi tempi, il buon, vecchio Ernest Hemingway – teneva molto a rappresentarsi anziano, tanto da parlare, poco piu’ che cinquantenne, di se stesso come de ‘il vecchio Papa’ – ha girato in lungo e in  largo il mondo e non si è certo fatta mancare la splendida Siena, dove, secondo molte testimonianze, si fermo’ una volta per una veloce occhiata passando fra l’altro qualche tempo in una libreria del centro.

Palio di Sina del 6 agosto 2011

Palio di Sina del 6 agosto 2011

Di una sua presenza in occasione del Palio non si avevano pero’ notizie fin quando in una mia Pignoleria pubblicata su Il Foglio non ‘pizzicai’ Enzo Biagi che, parlando dello scrittore, lo aveva dato per suicida il 2 luglio 1960 e non 1961 (a ben guardare, in una seguente occasione, lo diede per morto nel 1962, ma Biagi scriveva senza nessuna cura della verità).

Il giorno seguente ricevetti da Siena due telefonate: due differenti persone giuravano di avere visto e parlato con l’autore di ‘Fiesta’ al termine del Palio del 2 luglio 1960.

Era mescolato, quasi in incognito, tra i mille che, finita la corsa, lasciavano la piazza.

Leggo via internet che ci si interroga al riguardo: questa la mia testimonianza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *