mdpr1@libero.it

La Chiesa ha dimenticato il ‘Dictatus Papae’

Commenti (1) Varie ed eventuali

“Che la Chiesa Romana non ha mai errato, né, secondo la testimonianza delle Scritture, mai errerà per l’eternità.”

Questo, il ventiduesimo principio elencato dal ‘Dictatus Papae’ di Gregorio VII, ovvero Ildebrando Aldobrandeschi di Soana.

Che dire se non che la Chiesa romana, nei decenni a noi più vicini, ha disatteso tale imperitura massima chiedendo scusa a destra e a manca per ogni e qualsiasi suo comportamento, Crociate in primo luogo incluse?

Quali i risultati?

Nessuno, se non negativi per la stessa sacra istituzione.

Ricerca del consenso attraverso compromessi?

Altro non indica che debolezza di mente, incertezza, perdita di identità, perdita di autorità e autorevolezza!

One Response to La Chiesa ha dimenticato il ‘Dictatus Papae’

  1. Valentina Lucia Iorio Tomasetti ha detto:

    “C’è sempre un perché” diceva Karl Abraham, grande amico fraterno di Freud quando, discutendo dell’aspetto utilitaristico delle isterie, dovevano pur accettare l’utilità dei famigliari attorno al malato di isteria.
    Gentilissimo e carissimo Mauro Della Porta Raffo, e Lei crede veramente che la “Chiesa” madre di ogni virtù (dipende dai punti di vista) non abbia mai trovato e (lautamente) sfruttato la malattia isterica?
    La vuole in poesia in dialetto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *