mdpr1@libero.it

1870, la Bolivia dichiara guerra alla Prussia

Nessun commento Varie ed eventuali

Uomo decisamente con gli attributi, Manuel Mariano Melgarejo Valencia.

Governa con pugno di ferro la Bolivia dal 1864 avendo naturalmente preso il potere con un classico ‘golpe’.

Manuel Mariano Melgarejo Valencia

Allorquando, nel 1865, un ex presidente, Manuel Belzu’ Humerez, approfittando di una sua assenza, ha cercato di riprendere il potere, lo ha ucciso a pistolettate di persona davanti a tutti, ne ha esposto il cadavere sul balcone della residenza presidenziale chiedendo a gran voce a quanti affollavano la sottostante piazza sostegno e ottenendolo (“Que viva Melgarejo”, il grido che si levò nella circostanza secondo i biografi).

Nel 1870 viene a sapere che la Prussia è in guerra con la Francia e decide di accorrere in difesa della amata – senza che l’avesse mai vista, ma tant’è, avendo a che fare con la ‘Ville lumière’ è comprensibile – Parigi.

Dichiara quindi guerra ai prussiani, convoca i suoi generali e ordina che si organizzi un corpo di spedizione per intervenire.

A quanti gli fanno presente che l’impresa è impossibile dato che occorrerebbe attraversare il Brasile per arrivare alle coste oceaniche e che il Paese non ha ovviamente una flotta sulla quale imbarcare le truppe, replica sbrigativamente “Andremo a nuoto. Basterà non bagnare le cartucce!”

Lo fermerà solo la notizia della resa della capitale francese, notizia alla quale peraltro farà molta fatica a credere.

Perbacco, poffarre, uniamoci all’antico coro: “Que viva Melgarejo!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *