mdpr1@libero.it

Cardiologi

Commenti (1) Varie ed eventuali

1994, a seguito di un ricovero per ragioni non inerenti il cuore, seguendo le indicazioni di un cardiologo che mi ha comunque visitato, decido di assumere in via preventiva una Cardioaspirina al giorno.

“E’ un toccasana!”, mi assicura.

2004, un bell’infarto.

Mi lamento e chiedo al cardiologo che si appresta ad operarmi “Ma a cosa diavolo è servita la benedetta Cardioaspirina?” per sentirmi rispondere “Se non l’avesse presa, l’infarto le sarebbe venuto prima”, cosa assolutamente indimostrabile.

Dal 2004, visite cardiologiche semestrali.

Elettrocardiogrammi, elettrocardiogrammi sotto sforzo, pillole e pillole….

All’ennesimo esame, chiedo se posso stare tranquillo.

Il cardiologo è in vena di sincerità: “Vede, in questo preciso istante si’. Uscito da quella porta, no. Puo’ venirle un infarto anche tra dieci minuti”.

VIVA LA CARDIOLOGIA!!!!!

One Response to Cardiologi

  1. Giorgio Premoli ha detto:

    Otto anni orsono al Santa Maria mi ficcaron due stend nel cuore,nudo supino vedevo nel monitor il maneggiamento del chirurgo che usava il mezzo tecnico come quando si giocava al calcetto,ubbidiva agli ordini del Professore che stava in una spece d’edicola di vetro,quando la cima della sonda giunse al cuore, ingreso ,safena coscia destra disse
    risposi : Cirano de Bergerac,…..bravo hai vinto una felpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *