mdpr1@libero.it

Il “Francescano” Bagnasco e il ragionier Monti

Commenti (1) Varie ed eventuali

Capita, ed è a quel che pare anche questa l’ora, che la Chiesa Cattolica, per voce e per l’agire di un qualche Suo alto rappresentante, torni a parlare di, addirittura ad invocare la, ‘povertà francescana’, quella assoluta, dei singoli come delle istituzioni, a suo tempo predicata e dettata dal ‘poverello d’Assisi’.

E’ dal suo altissimo scranno che, su questa commendevole via che conduce immancabilmente alla santità, si è incamminato oggi l’eccellentissimo cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Il card. Angelo Bagnasco e Mario Monti

Come altrimenti giudicare – se si osa farlo – il suo dichiarato appoggio al ragionier Mario Monti?

Chi mai, prima del ragionierucolo in questione, ha altrettanto decisamente, senza tentennamenti, operato perché il Paese Italia nella povertà, appunto, precipitasse?

One Response to Il “Francescano” Bagnasco e il ragionier Monti

  1. Giorgio da Varese ha detto:

    Debbo procedere con il freno a mano semitirato,da bimbo da sè camminate, mi refilarono la frase semplicemete perchè camminavo tenendo le mani allacciate dietro la schiena,lo spavento che mi indusse a campiare andamento quando per la prima volta vidi un prete,la saettata rimase, come la diffidenza,fino all’età della ragione che nel prete vidi un uomo come tutti gli altri,durò poco perchè dovetti senza saettata ravvedermi …per mantenere un andazzo ? non mi restava che un amico d’infanzia comboniano missionario in africa credo esaminando la foto potrebbe pesare 42 kg……temo la mia fosse malvagità credere,perchè egli sofre….ha forse sbagiato Lui ? o io ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *