mdpr1@libero.it

Pochi dodici? Chi lo dice a Cristo?

Nessun commento Varie ed eventuali

Sabato 6 febbraio 2010, al Caffè Zamberletti di Varese, ho lanciato ufficialmente la mia iniziativa relativa alla raccolta di fondi per acquistare il Corriere della Sera e chiuderlo. ‘Colpirne uno per educarne cento’, diceva Mao

E così, secondo l’articolista che ha seguito l’incontro pubblico da Zamberletti nel quale ufficialmente annunciavo il via all’operazione che deve condurre all’acquisto e alla successiva chiusura del Corriere della Sera, dodici intervenuti (tanti erano i presenti) sono pochi? Si vede che è giovane (un difetto: ho, a suo tempo, evitato di esserlo!) e che nulla sa e conosce dei trascorsi varesini in tema di incontri culturali et similia.

Nel 1976, per fare un unico esempio, Piero Chiara e Giancarlo Vigorelli – scrittore di fama nazionale il primo e critico letterario illustre il secondo (lo scrivo per quanti, imberbi, lo ignorassero) – invitarono ad una pubblica presentazione dell’opera sua più nota, ‘Eutanasia di un amore’, nientemeno che Giorgio Saviane (i fanciulli di cui sopra consultino un’enciclopedia).

Manifesti, inviti ad opera del Comune che patrocinava l’iniziativa…

Risultato, a Palazzo Estense, due spettatori, fra i quali Vittore Frattini.

Fu così che Vigorelli, all’epoca dimorante in via Rainoldi, portò tutti a casa sua per un the.

Quanto al sottoscritto, mi è capitato di tenere una conferenza al Chiostro di Voltorre – tema da trattare, Bruno Corra, il grande futurista vissuto a Varese per oltre quarant’anni e costà morto – di fronte ad una sola persona.

Di più, nel corso della campagna elettorale per la Camera dei deputati del 1972, con gli altri candidati varesotti del Partito Liberale Victor Nicoletti ed Enzo Alioli, sono stato coprotagonista di un surreale comizio serale a Induno Olona. Sul palco, sistemato in piazza davanti alla chiesa, eravamo in tre. Di fronte a noi, nessuno. Parlammo comunque, incoraggiati dal segretario provinciale Piero Chiara (che, birbone, evitava di esporsi personalmente e mandava gli altri allo sbaraglio) con queste parole: “Vi ascoltano da dietro le persiane”.

E alla fine, non erano forse appunto dodici gli apostoli?

Sono bastati? Pare di sì.

E inoltre, certamente, tra i partecipanti, neppure un Giuda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *