mdpr1@libero.it

‘Sandy’, quel maledetto ciclone?

Nessun commento Varie ed eventuali

Una quarantina di morti, solo nella zona del New York e del New Jersey. Terribile, vero?

Il ciclone ‘Sandy’, maledetto (o maledetta, visto il nome), ha lasciato dietro di se morte e distruzione. Un vero ‘castigo di Dio’.

Tutti d’accordo?

Non tutti: io la penso diversamente.

Vediamo: nelle lunghe ore nelle quali il predetto ‘castigo di Dio’ ha flagellato i due Stati citati e quindi la Grande Mela, la gente è rimasta obbligatoriamente chiusa in casa. Niente incidenti stradali, quindi, e nessun morto o ferito in conseguenza. Con quasi assoluta certezza, nessun omicidio, nessuna rissa con accoltellamenti vari, nessuno o pochissimi fatti di sangue in genere. Nessuna rapina. Nessuno scippo. Nessun furto. E chissà quanti altri reati di ogni genere o specie in meno. Nel complesso, visto il numero enorme di atti di violenza e di malaffare che in situazioni ‘normali’ in quelle ore sarebbero stati compiuti e i decessi che si sarebbero contati anche solo nella città di New York, ‘Sandy’ è stato (stata) una vera benedizione!

Per non parlare del lavoro che i danni causati necessariamente procura: le case crollate o danneggiate devono essere demolite o riparate, gli alberi caduti rimossi, le auto in qualsiasi modo colpite sostituite o rimesse a nuovo e via lungamente elencando.

Che dire se non che un qualche ciclone ogni tanto al New York e al New Jersey non fa altro che bene?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *