mdpr1@libero.it

Dante Isella, l’uomo

Nessun commento Coccodrilli

3 dicembre 2007

Filologo di indiscussa e indiscutibile fama, critico preclaro, Dante Isella era, peraltro e per qualche verso di non poco conto (e non mi riferisco al carattere), uomo assai discutibile.

Dante Isella

Impossibile, infatti, dimenticare come e in qual modo, in diverse occasioni e soprattutto nel corso di una pubblica commemorazione di Guido Morselli tenutasi a Varese nel ventennale della morte, abbia avuto il coraggio di lamentare il fatto che dell’autore di ‘Dissipatio H.G.’ nessuna opera letteraria fosse stata pubblicata in vita dimenticando di dire che massimo responsabile dell’accaduto era egli stesso avendo ricoperto fin dal 1961 (e Morselli si suicidò nel 1973) altissimi incarichi alla Mondadori.Ancora, pochi mesi orsono, eccolo accettare tranquillamente il Premio Chiara alla carriera: imperdonabile ove si pensi che dello scrittore luinese, che pure (come del resto Morselli) gli era amico da sempre, non aveva mai apprezzato l’opera, aveva parlato e scritto negativamente ottenendone in cambio il disprezzo (esiste una lettera di Chiara assai esplicita al riguardo).Varesino come Isella, Chiara e Morselli, testimone del tempo, pur nel momento della dipartita dell’illustre critico, non riesco a (né voglio) dimenticare!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *